Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Abbiamo scambiato quattro chiacchere con il Direttore Tecnico del settore Paratriathlon Mattia Cambi, il quale ci ha rilasciato la seguente dichiarazione.

"Il 2019 ha visto il  Paratriathlon particolarmente attivo e  presente in territorio Veneto. Peschiera del Garda e le zona limitrofe del basso Lago di Garda sono state la “casa” della Nazionale Italiana di Paratriathlon da Gennaio a Giugno.  In questi 6 mesi sono stati effettuati in maniera continuativa raduni con gli atleti impegnati nella qualifica olimpica a Tokyo 2020 e numerosi iniziative anche con le società del territorio.  Si è svolto inoltre il primo Seminario Nazionale rivolto a tecnici, allenatori e coordinatori inerente il settore  Paratriathlon, il tutto grazie al contributo della Fitri Veneto che ha raccolto e sostenuto la richiesta del settore creando così una prima occasione unica di conoscere da vicino le caratteristiche di questa disciplina paralimpica così complicata ed allo stesso tempo affascinante.

Le società venete sono state protagoniste con 3 Maglie Tricolori ai Campionati Italiani che si sono svolti a Marina di Massa: Manuel Marson PTVI (ASD KM SPORT – Verona Triathlon), Anna Barbaro PTVI (Woman Triathlon), Rita Cuccuru PTWC (Woman Triathlon).

Anna Barbaro e Rita Cuccuru fanno parte del gruppo di alto livello impegnato nella qualifica paralimpica, Anna ha ottenuto numerosi podi in campo internazionele tra cui 2 vittorie in WORLD CUP ed il terzo posto al campionato europeo, Manuel Marson fa parte degli atleti giovani di interesse nazionale.

Gli atleti Veneti hanno inoltre partecipato a molte gare su tutto il territorio nazionale, è infatti uno dei  fiori all’occhiello di questa federazione nel panorama mondiale  l’integrazione tra il mondo normo ed il mondo paralimpico. Giuliano Mancini PT4 (TNT Triathlon) ha partecipato alla Coppa Crono a Lignano con altri compagni di squadra normodotati a conferma di quanto lo sport possa trasmettere valori importanti e si possa promuovere questa disciplina.

Gli appuntamenti con il mondo paralimpico inerenti il Triathlon non sono ancora terminati, infatti a novembre ci sarà un duathlon promosso da Bernardo Bernardini (TREVISO TRIATHLON) in collaborazione con la società il Comitato Regionale Veneto e l’asd Silca Ultralite che ha come principio la fusione degli ambienti normo e para e la promozione dello sport paralimpico. Nel 2020 sarà di nuovo presente sul territorio Veneto la nazionale italiana in preparazione all’evento di fine agosto a Tokyo, saranno mesi fitti di lavoro dal punto di vista della preparazione atletica ma allo stesso tempo occasione per promuovere l’attività del triathlon e le realtà del territorio senza dimenticarti la promozione e la  continua ricerca di nuovi atleti da avviare allo sport paralimpico."Barbaro EuropeoGruppoParatriathlon scuola